fbpx

I 12 errori da non fare in palestra

 

Il mondo del fitness è ormai diventato un calderone di leggende, falsi miti e ricerche strampalate, ma ti posso assicurare che ci sono degli errori universali che si commettono in palestra e che ti impediscono di raggiungere i tuoi obiettivi, facendoti impiegare più tempo e risorse di quanto sia realmente necessario.

Ecco le dodici cose da non fare se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi!

1) Ignorare le tue caratteristiche

Tieni sempre da conto che non tutti gli allenamenti vanno bene per tutti: spesso chi vede un personaggio pubblico fare un tipo di allenamento pensa che quello sia un metodo universale, se ha funzionato per qualcun altro funzionerà per tutti! Chiedi sempre al tuo istruttore, fidati di lui: trovare il programma perfetto per te è un gioco di squadra fatto di tentativi, feedback continui e fiducia reciproca!

2) Non prendere pause

Una buona sessione di allenamento non termina con la fine dell’attività fisica: la fase fondamentale è il recupero. Il mancato recupero impedisce al muscolo di rigenerare i tessuti e, di conseguenza, potrebbe annullare i benefici dell’allenamento.

3) Fare gli esercizi con distrazione

L’esecuzione del movimento è alla base del coinvolgimento muscolare: la massima concentrazione sulla biomeccanica del gesto e sulle sensazioni fa la differenza sul raggiungimento dei risultati desiderati!

4) Avere obiettivi poco chiari

Lo abbiamo già detto, ma non ci stancheremo mai di ripeterlo: senza un obiettivo misurabile è impossibile valutare l’efficacia di un allenamento. Un ruolo fondamentale sarà giocato da noi istruttori che dovremo, insieme a te, stabilire un obiettivo realistico e, soprattutto, fissare una scadenza.

5) Utilizzare carichi troppo bassi

Parlo soprattutto alle donne: sappiate che allenare un muscolo e danneggiarlo per rigenerarlo più tonico è faticoso. Scegliere carichi “troppo bassi” rende l’allenamento quasi inutile e, quindi, di regola, è meglio provare un peso più alto e magari abbassarlo un po’ nell’ultima serie.

6) Allenare solo alcuni muscoli

Concentrarsi sui muscoli che pensiamo siano più importanti porta ad uno squilibrio, ad un fisico poco armonico ed a rischi di infortunio: guarda sempre al tuo corpo come una macchina perfetta in cui ogni ingranaggio deve essere al top per sostenere l’intera struttura!

7) Essere troppo abitudinari

Esci ogni tanto dalla tua comfort zone e sorprendi il tuo corpo con nuovi stimoli: il corpo tende ad abituarsi a tutto (è la natura che ce lo insegna!) e variare gli allenamenti è l’unico modo per continuare a vedere risultati.

8) Portare il cellulare con te

45/60 minuti, riesci a resistere senza cellulare? Prendila come una sfida con te stesso! Guarda l’allenamento come un momento per te soltanto. Tanti dicono: «Lo porto in sala ma non lo guardo, solo nel caso in cui mi arriva una chiamata!», ma anche il fatto di percepirlo vicino mette in quello stato di tensione e di distrazione che non ti fa concentrare realmente su quello che stai facendo.

9) Non fare stretching

Lo stretching allevia la tensione e aiuta il recupero muscolare, per non parlare di quanti dolori articolari potrebbero essere evitati con un po’ di stretching per non ricorrere poi a costose terapie!

10) Non essere costante

La costanza è il vero ago della bilancia: questo non vuol dire allenarsi tutti i giorni, ma vuol dire essere realista in fase di programmazione e stabilire una cadenza fattibile che tenga conto dei tuoi impegni e del tuo stile di vita.

11) Controllare sempre la bilancia

Ormai lo sanno anche i muri: i muscoli pesano più del grasso! Quindi i risultai (a meno che non si parli di obesità) non si vedono dai numeri della bilancia: il peso può oscillare e di molto per tanti motivi, soprattutto nelle donne, e, pertanto, affidati a parametri più veritieri come centimetri e percentuale di grasso.

12) Trascurare l’alimentazione

È impossibile parlare di questo argomento in poche righe, ma c’è un detto che mi piace e che riassume bene il concetto: «La vera palestra si fa a tavola».

Se ti sei ritrovato in uno o più di questi errori, non esitare a venire in palestra e chiederci come evitarli e decidere insieme a noi la strategia più giusta.

Ti aspettiamo! Al prossimo articolo.

Mauro D’Angelo

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X